Metodo di addestramento P.A.

Il metodo di addestramento P.A. (P.A. sono le iniziali di Piero Accettella, addestratore e comportamentista che l’ha ideato) si incardina su alcuni principi educativi che il branco familiare deve acquisire:

  • concetto di branco familiare
    • Eh si, lo citiamo dappertutto nel nostro sito, perchè è un elemento importantissimo nell’educazione del cane; è costituito da tutte le persone che vengono abitualmente in contatto con il cane; il cane non deve legare con persone con cui ha a che fare di tanto in tanto, ma solo con quelle che frequentano abitualmente la famiglia in cui vive
    • Il branco familiare va, quindi, oltre il nucleo familiare, non solo per estensione, ma anche per la presenza di una scala gerarchica che inizia con il capobranco e termina con il cane
    • Il cane deve sempre rappresentare l’ultimo gradino della scala, perchè è un cane e deve essere trattato da cane, non è una persona e non va umanizzato, sarebbe come pretendere di trattare l’ottone come fosse oro, non ci si guadagna niente!
  • conoscenza del linguaggio del cane, verbale e corporeo
    • il branco familiare deve imparare ad ascoltare e leggere il cane, per comunicare con lui
  • conoscenza degli strumenti utili a costruire quotidianamente la scala gerarchica e, di conseguenza, il corretto rapporto educativo con il cane
    • ci sono strumenti che favoriscono la corretta scala gerarchica e strumenti che, al contrario, ne favoriscono una scorretta
    • naturalmente, non basta sapere quali sono gli strumenti utili, ma bisogna anche saperli usare!